Informazioni sull'oro

Qualche precisione sull'oro

Netperla propone molti gioielli di perle di coltura montati su appretti in oro di diverse carature. L'oro 14k è ideale per tutti i piccoli accessori di gioielleria soggetti a frequenti manipolazione, come catenine, fermagli di sicurezza o piccole beliere di pendenti o perni per orecchini, l'oro 14k è più solido dell'oro 18k e durerà tutta una vita proprio come le perle. La nostra collezione di anelli, pendenti, catenine, orecchini è disponibile anche in oro 18 carati, oro giallo o oro bianco.

L'oro ha una storia lunga e complessa. Fin dalla prima scoperta dell'oro, è stato il simbolo della ricchezza e del potere umano. L'oro ha causato ossessione tra uomini e nazioni, distrutto alcune culture e rafforzato altre.

I gioielli in oro più antichi risalgono al III° millennio a.c., l'oro si è conservato senza mai deteriorarsi, viene offerto come simbolo dell'amore, è associato alle più belle pietre e alle più rare gemme preziose.

L'oro puro è quello che non contiene nessun altro metallo aggiuntivo per renderlo più solido. L'oro può essere lavorato in quasi tutte le forme, anche per minuscoli gioielli che non si rompono facilmente. Un'oncia d'oro può anche essere martellata in una lamina ultra sottile come la foglia d'oro. L'oro può essere trattato in qualsiasi modo secondo i desideri degli artigiani gioiellieri.

Quali sono i diversi tipi di oro?

Su un gioiello in oro è indicata la caratura o la percentuale in oro: 18 carati, 14 carati, 9 carati, indicati con la lettera K per carati, oppure è indicata la percentuale di oro puro contenuta nel gioiello. Più alto è il numero di carati, maggiore è la percentuale di oro nel gioiello.

L'oro a 24 carati è oro puro.

L'oro a 18 carati contiene 18 parti d'oro e 6 parti di uno o altri metalli, il che corrisponde a 75% di oro puro (indicato anche come oro 750/1000 o semplicemente oro 750).

L'oro a 14 carati contiene 14 parti d'oro e 10 parti di uno o altri metalli, il che corrisponde a 58,3% di oro puro (indicato anche come oro 583/1000 o semplicemente oro 583 a volte arrotondato a 585).

L'oro a 12 carati contiene 12 parti d'oro e 12 parti di uno o altri metalli, il che corrisponde a 50% d'oro puro.

L'oro a 10 carati contiene 10 parti d'oro e 14 parti di uno o altri metalli, il che corrisponde a 41,7% di oro puro.

L’oro a 9 carati contiene la metà dell’oro contenuto in un gioiello a 18 carati, il che corrisponde a 37,50% di oro puro.

Marcature europee riguardanti l'oro

Sui gioielli in oro, la marcatura è dettata da standard europei contrassegnati da numeri che indicano la percentuale dell'oro, come, ad esempio, l'oro 18k è contrassegnato con 750 per indicare il 75% di oro, e l'oro 14k è contrassegnato con 585 per il 58,5% (che approssima il reale 58.3%)

La marcatura sui gioielli in oro deve essere accompagnata da un timbro o marchio che ne identifichi il produttore. Potrebbe essere incluso anche il paese dell'articolo originale.

Perché si usano altri metalli mescolati con l'oro?

Esistono esempi di gioielli in oro puro, ma l'oro puro è così morbido e malleabile che non è pratico per l'uso quotidiano, soprattutto in gioielleria dove i gioielli sono soggetti a frequenti manipolazioni. Altri metalli vengono mescolati con l'oro per renderlo più duro (e anche per ridurne il costo).

L'aggiunta di altri metalli all'oro consente anche ai gioiellieri di cambiare il colore dell'oro. Il palladio o nichel possono essere aggiunti per creare oro bianco. Oggi il nichel è bandito in gioielleria perché provoca allergie, quindi l'oro bianco contenente nichel non può più essere commercializzato, si vende oro bianco che viene infatti trattato e rodiato in oro giallo. Una lega di oro e rame produce oro di tinta rosata o rossastra. Una lega con argento dà una sfumatura giallo verdastra. Quando i metalli vengono aggiunti all'oro, il risultato è una lega, una miscela di metalli mescolata con l'oro. L'oro massiccio è un termine che può essere utilizzato per descrivere un oggetto di almeno 10 carati. Che si tratti di oro a 24 carati o oro con una lega - 18 carati, 14 carati, fino a 10 carati - può in tutti questi casi essere chiamato oro massiccio.

L'oro utilizzato come rivestimento o placcatura

Esistono molti modi per applicare meccanicamente un rivestimento dorato a un metallo molto più economico, riducendo il costo dell'oggetto. Più spesso è lo strato d'oro che ricopre l'oggetto, meno è probabile che si logori e si consumi facendo riemergere ed esporre il metallo sottostante.

Gioielli placcati in oro

Lo strato d'oro nei gioielli placcati in oro è realizzato in modi diversi con vari strati. Si trovano termini come "Dorato con oro fino" usati per descrivere uno strato molto sottile d'oro, che non sarà molto resistente e che non è placcato in oro ma ha solo una verniciatura d'oro.

Quale oro acquistare?

L'oro massiccio (tra 10 e 18 carati) è durevole, quindi è la scelta migliore per i gioielli da indossare regolarmente. I gioielli placcati in oro sono adatti per i gioielli da indossare solo occasionalmente, essendo una copertura in oro col tempo e l'usura potrebbe consumarsi e far riapparire il metallo sottostante, che potrebbe macchiare la pelle o causare una reazione allergica. Per le monete che dureranno una vita e oltre, l'acquisto di oro massiccio è una garanzia di qualità se il tuo budget lo consente.

I più venduti

News