Vai al contenuto principale »

LE PERLE DI COLTURA AKOYA


 
Classiche ed eleganti
La perla "Akoya" viene coltivata in acqua di mare nel mollusco omonimo chiamato anche  "Pinctada martensiide fucata". Le perle Akoya sono le più famose tra le perle coltivate e sono considerate come le perle classiche, per comporre delle collane e altri gioielli in perle. Grazie alle loro forme perfettamente rotonde, il loro lustro splendente e luminoso, così come al loro colore neutro e dolce, le perle Akoya riscontrano un grande successo in tutte le gioiellerie del mondo. Rese accessibili e popolari dal metodo brevettato da Kokichi Mikimoto all'inizio del 20esimo secolo mediante il quale si ottengono perle nucleate, queste rappresentano oggi un punto di riferimento per le perle di coltura.

Come confrontarle con altri tipi di perle
Le perle Akoya hanno costruito la loro reputazione sulla qualità estetica. A differenza dalle loro cugine perle di Acqua Dolce, le ostriche Akoya producono raramente più di 2 perle a raccolta. Le ostriche sono nucleate con una perla detta "perla madre" che viene introdotta nel mantello del mollusco. Il fatto di utilizzare un nucleo ha per effetto di motivare l'ostrica a avvolgere successivamente di madreperla questo oggetto estraneo, conservandone la forma iniziale.  Queste perle sono classificate per categorie, e il loro valore dipende da queste categorie. Noi di netPerla selezioniamo le perle di alta gamma per servirvi al meglio.

Colore, Superficie, Diametro
L'ostrica Akoya è il più piccolo mollusco produttore di perle, e per questa ragione le perle tendono a essere piccole. Una perla Akoya misura mediamente 7 mm di diametro quando una perla d'Australia in media ne misura 13. Le perle Akoya coltivate misurano tra 1 mm e 10 mm, benché queste ultime sono estremamente rare. Le perle Akoya sono rotonde, anche se talvolta una parte del raccolto comporta qualche perla barocca e qualche Keshii, o perla di seme, ossia perle minori anucleate di piccole dimensioni. Le perle Akoya vantano un lustro luminoso, profondo e molto brillante, che le distingue dalle altre perle di coltura. Le perle Akoya hanno delle tinte neutre e dolci, quelle colorate hanno subito un trattamento immediatamente successivo alla raccolta. Il loro colore naturale è bianco con riflessi grigi, o rosei, o crema, o champagne, o ancora argentei, e a volte verdi. Le perle Akoya non sono mai naturalmente nere, e per ottenere questo scopo vengono tinte mediante un trattamento organico che scurisce la madreperla che resta inalterata nel tempo, e non si decolora.

Da dove vengono?
Le perle Akoya sono attualmente coltivate in Cina e in Giappone, e in  minor parte in Vietnam e in Thailandia e in altre aree secondarie. Il Giappone è l'inventore della perla di coltura, ma nonostante tenga la più alta gamma di perle dalle dimensioni da 8 mm e oltre fino a 10 mm nella sua produzione, si è lasciato spodestare dalla Cina che produce oggi più perle Akoya di qualità equivalente. I Giapponesi  loro stessi importano oggi delle perle dalla Cina nei diametri minori come quelle da 6 mm fino a 7.5 mm. Queste perle vengono vendute sotto l'appellativo di "perle Giapponesi Akoya".

A cosa si deve la loro rarità e il loro valore
Nonostante la perla Akoya sia per certo più rara e di maggior valore della sua cugina, la perla d'Acqua Dolce, essa rappresenta solamente un terzo della produzione mondiale delle perle coltivate, restando dietro le perle d'Australia e di Tahiti. Le perle Akoya vantano talmente più valore che non è raro trovare dei fili di perle montate in collane per un valore che supera i 10 000 €. Questi prezzi restano medi per le perle d'Australia o di Tahiti e improbabili per delle perle d'Acqua Dolce. Noi di Netperla abbiamo reso le perle Akoya abbordabili, il nostro compratore tratta direttamente con gli allevamenti, e abbiamo quindi eliminato tutti gli intermediari, noi scegliamo la migliore qualità e vendiamo a margine ridotto.

Cliccate qui per scoprire il nostro catalogo di Perle Akoya